giovedì 6 luglio 2017

Clamorosa notizia! Renzi si vergogna del suo partito e' finito tutto! Diffondiamo ovunque!

Porte serrate e bocche cucite per la direzione Pd di oggi pomeriggio. L'ordine è partito direttamente da Matteo Renzi che, dice lui, vuole evitare con la presenza delle telecamere quelli che "si alzano per prendere la parola e distinguersi...". Che la diretta streaming fosse un bel incentivo a dare addosso al segretario per i cespugli in cerca di visibilità, può anche essere. Ma il vero motivo che ha spinto il segretario Pd a censurare per la prima volta il direttivo Dem è uno e soltanto uno: Renzi si vergogna sfacciatamente di come vanno le cose all'interno del Pd.
Il clima di questa riunione sarà più teso del solito. Lo scoppolone incassato alle ultime elezioni Amministrative non è ancora stato metabolizzato, anzi sarà proprio questa Direzione l'occasione ghiotta per Dario Franceschini e compagni per la resa dei conti. Renzi non ha nessuna intenzione di mostrare al pubblico l'ennesima rissa tra capi-corrente, che piaccia a noi all'ex premier sono ancora quelli che tengono in piedi la baracca.
A telecamere spente Renzi potrà evitare la guerra frontale, provando a pacificare un Pd sempre più simile a una polveriera pronta a saltare in aria. Come riporta il Corriere della sera, Renzi ha ben chiaro con chi può e con chi non può rompere, Franceschini non è tipo con cui litigarci, anche se il clima non è del tutto disteso: "Non voglio fare la guerra a nessuno, nemmeno a Dario. Diciamo la verità, io non l'ho attaccato, lo strappo lo ha fatto lui e ora deve essere lui a ricucire. Se in direzione non parla e fa la parte di quello che non dice niente, nessun problema, ma se invece parte contro di me, allora la mia reazione sarà durissima. Del resto - avrebbe detto Renzi ai suoi collaboratori - i numeri sono dalla mia, lui al massimo in direzione avrà una decina di voti perché anche i suoi hanno detto che ha sbagliato ad attaccarmi dopo le dichiarazioni di Romano".
La vera posta in palio sono le prospettive sulle prossime elezioni Politiche. I sondaggi danno il Pd in picchiata e Renzi lo sa bene: "Il sondaggio che ci dà più bassi, quello di Masia, ci attribuisce un 27,2%. Il che significa che male che va avrò 200 deputati e un centinaio di senatori. E se il problema è quello delle liste - avrebbe ribadito Renzi - chi si vuole candidare lo dovrà dire apertamente, senza fare giochetti".
FONTE: http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/12431092/matteo-renzi-direzione-pd-censura-niente-streaming-franceschini.html


Nessun commento:

Posta un commento