mercoledì 12 luglio 2017

CLAMOROSA FIGURA DI M...A DI RENZI E DEL PD: ECCO L'ULTIMA PORCATA PD DEVONO VEDERLO TUTTI!

Riportiamo di seguito il commento di Dagospia in merito all’assenza al G20 di Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza:
“SIETE PRONTI ALL’ENNESIMA FIGURA DI MERDA PER LA MOGHERINI? IL CAPO DELLA DIPLOMAZIA EUROPEA ALL’ULTIMO MINUTO DISERTA IL G20 DI AMBURGO: ”MOTIVI DI SICUREZZA” – CIOÈ, GARANTISCONO PROTEZIONE A PUTIN, TRUMP E DECINE DI LEADER MONDIALI, MA PER LEI LA CITTÀ TEDESCA DIVENTA PEGGIO DI RAQQA, TALMENTE PERICOLOSA DA NON POTERLA TUTELARE? – IN REALTA’ NON CE LA VOLEVANO JUNCKER E TUSK. UN ALTRO GRANDE LASCITO DI RENZI (CON CUI NON PARLA DA MESI)”
La cronaca dei fatti da La Stampa:
“Arriva o non arriva? «Arriva, ma non fa parte della delegazione Ue» ci tiene a precisare una fonte. Alla fine non arriverà. «Motivi di sicurezza», la versione ufficiale. C’ è un piccolo giallo dietro la mancata presenza di Federica Mogherini al G20 di Amburgo. Presenza non annunciata ufficialmente da Bruxelles, ma confermata ufficiosamente dal suo entourage sin dai giorni scorsi. E all’ ultimo momento cancellata. Perché?
Riavvolgiamo il nastro. Nei giorni scorsi la Commissione Ue aveva fatto sapere che la delegazione bruxellese ad Amburgo sarebbe stata composta da Jean-Claude Juncker, Donald Tusk e Pierre Moscovici, commissario agli Affari Economici.
Come molti altri colleghi, il francese è arrivato in Germania per partecipare a una cena tra i ministri economico-finanziari. In parallelo, c’ è stata anche una cena tra i ministri degli Esteri. Ma la presenza di Mogherini – capo della diplomazia europea – non era stata annunciata dal Palazzo Berlaymont (sede dell’ esecutivo Ue). Anche nel calendario ufficiale dei commissari, del viaggio ad Amburgo di Mogherini non c’ è traccia. L’ ex ministro degli Esteri italiano aveva però previsto di partecipare comunque all’ evento. Era stata invitata da Sigmar Gabriel, vicecancelliere e padrone di casa.
Più fonti raccontano però che la sua presenza sarebbe stata ritenuta «inopportuna» da Tusk e Juncker, visto che ufficialmente l’ Alto Rappresentante non faceva parte della delegazione Ue.
Temevano – questa la ricostruzione – che la presenza di Mogherini «rubasse» la scena ai due, considerato che oggi si parlerà di immigrazione e in modo particolare di Africa. Due temi su cui l’ italiana è impegnata in prima persona. «Non è stata accreditata dalla delegazione» ammette una fonte di Bruxelles.
Dal suo entourage smentiscono: «L’ accredito c’ è». Anche se, a quanto pare, sarebbe stato fornito da Berlino.
La presenza (ufficiosa) di Mogherini è dunque rimasta in forse fino all’ ultimo. L’ Alto Rappresentante si trovava in Svizzera per i negoziati (andati male) sulla riunificazione di Cipro. Soltanto ieri, verso metà mattinata, è stata presa la decisione: annullato il viaggio ad Amburgo, si torna a Bruxelles. Ufficialmente per «motivi di sicurezza».”

Nessun commento:

Posta un commento