martedì 19 luglio 2016

+++ULTIM'ORA+++ ALLERTA BANCHE ITALIANE È APPENA ARRIVATO IL RISULTATATO DEL REFERENDUM SULLA BREXIT

MILANO - L'esito inatteso del referendum sulla Brexit ha portato anche il Fmi a tagliare le stime sull'economia globale, che fino al 23 giugno scorso (data delle urne britanniche) si stavano comportando in linea con quanto preventivato nella scorsa primavera. "Il peggioramento delle stime", dice il Fondo monetario nelle sue nuove previsioni, "riflette la conseguenza macroeconomica di una notevole crescita delle incertezze, sul piano politico compreso". Incertezze che peseranno sulla fiducia e sugli investimenti, nonché sulla propensione generale dei mercati finanziari.

L'esito di queste preoccupazione del Fondo si traduce in una limatura di 0,1 punti percentuali alle previsioni di crescita globali per quest'anno e il prossimo: l'Organizzazione di Washington stima ora un +3,1 e un +3,4%, ma fino al referendum di fine giugno contava di rivedere al rialzo le stime. L'impatto più forte è sulle economie avanzate, mentre cambia poco per quelle emergenti. Per l'Italia,come anticipato nei giorni scorsi, la crescita si riduce ora allo 0,9% quest'anno e all'1% il prossimo. Nel complesso dell'Eurozona, il buon andamento del primo trimestre consente di esser comunque ottimisti sul 2016, mentre l'incertezza generalizzata presenterà maggiormente il suo conto l'anno prossimo.

Emergenti e caos Brexit: un anno di tagli alle stime

Il taglio più consistente è ovviamente per il Regno Unito. Ora il Fmi pronostica un più 1,7 per cento del pil britannico quest'anno, 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle stime dello scorso aprile, ma soprattutto un rallentamento all'1 per cento nel 2017: in questo caso la previsione è di 0,9 punti percentuali più bassa rispetto ad aprile.

Nel nuovo report sull'economia globale trovano posto anche le debolezze del sistema bancario europeo, nel quale "persistono vulnerabilità", in riferimento soprattutto a Italia e Portogallo. Per questo, Washington invita ad agire "velocemente e con decisione per garantire resistenza al sistema finanziario rispetto al protratto periodo di incertezza e turbolenza che potrebbe presentarsi".

Fonte : https://www.google.it/amp/www.repubblica.it/economia/2016/07/19/news/fmi_stime_crescita_brexit-144421227/amp/?client=ms-android-samsung#

Nessun commento:

Posta un commento